SANITÀ

Protom ha messo al servizio del settore healthcare le proprie competenze nell’ambito della realtà aumentata e virtuale, cavalcando un trend che nei prossimi anni è destinato a crescere grazie ad una nuova visione della riabilitazione neuro-psicomotoria.

Sfruttando il frame work di Wall–T, si è dato vita ad un contesto divertente e piacevole, grazie ad una serie di modelli di esercizio che affrontano problematiche relative alla disabilità di natura motoria, cognitiva e sensoriale, permettendo così di superare la monotonia spesso ricorrente in una terapia riabilitativa.

La realtà virtuale può dunque essere impiegata per intervenire su funzioni deficitarie o sull’esecuzione di attività motorie. Può inoltre costituire un prezioso strumento per intervenire su aspetti più globali legati al benessere, al grado di partecipazione e all’autonomia della persona con disabilità.

Rilab

Rilab è un software per la gestione interattiva delle attività di riabilitazione, che offre un’ampia suite di esercizi basati sullo svolgimento di operazioni volte al superamento di infortuni di carattere fisico-motorio, neuro-motorio e neuro-cognitivo.

Un aspetto vincente di Rilab è che l’architettura di sensori e attuatori modulari implementati è tale da consentire al paziente di muoversi e interagire attraverso semplici movimenti, senza il bisogno di impugnare joystick o indossare accessori particolari come guanti, caschetti o occhiali per la visione 3D. In questo modo si garantiscono una completa tollerabilità ed una riduzione consistente dei rischi di caduta.

Il programma prevede il supporto agli operatori coinvolti, dalla registrazione del paziente all’esecuzione dell’esercizio. Inoltre Rilab è aperto e flessibile: il terapeuta può infatti utilizzare soluzioni riabilitative predefinite, con diversi livelli di difficoltà, piuttosto che definirne di nuove in base alle criticità del paziente, in linea con il suo protocollo riabilitativo.

Logo Wall-T Rilab | Protom
  • Life size gaming stations

    Life size gaming stations riabilitative per soggetti normodotati, o per soggetti con handicap agli arti superiori o inferiori, nonché al tronco del corpo.
  • Ricostruzione ambienti virtuali

    Ricostruzione di ambienti 3D interattivi, virtuali e immersivi, totalmente navigabili ed esplorabili con effetto “CAVE”, attraverso l’utilizzo di una Balance Board.
AerospaceAutomotiveRailwayEducationBeni CulturaliPubblica AmministrazioneSanità
TwitterLinkedIn